Facile a dirsi, ma quando prende la paura, è meglio vendere!” – Dicono alcuni, consigliano in molti, lo fanno in tanti!

STRATFOR-Global Intelligence
STRATFOR-Global Intelligence

 

No, per me non è così, né lo è stato in passato. Ecco perche’:

  1. Le perdite sono reali, solo se si vende, e si esce dall’investimento;altrimenti sono solo potenziali, cosi come i guadagni. Un investimento si misura tenendo conto della data di acquisto e di vendita, e non ipotizzando possibili vendite nel durante. Coloro i quali  sono rimasti sui mercati dal 2009 hanno recuperato tutte le perdite precedenti e in molti casi avuto risultati eccellenti negli anni seguenti, mentre chi in quegli anni è uscito, è riuscito a malapena a recuperare e spesso nemmeno quello. Questa è la storia, da noi in Italia ed anche negli ‘evoluti’ Stati Uniti.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                 Cattura2
  2. Non cercare di fare meglio del mercato.né pensare di poter evitare crolli  Numerosi studi americani , ma anche italiani ( Anima Sgr) ci dicono ripetutamente che chi vuole ‘cavalcare’ il mercato, cioè chi entra e esce per non prendere i periodi di ribasso, sbaglia con una media dell ‘80% delle volte! Nel grafico sopra, l’investitore medio (average investor),negli ultimi 20 anni non è riuscito nemmeno a mantenere il potere d’acquisto , 2.1% contro il 2.6% dell’inflazione media americana nel periodo 1992-2011. Traduzione. DIsastro! Infatti quando si vuole ‘fare meglio’ del mercato, non solo si sbaglia la tempistica quando si vende, ma anche quando si ricomprerà, cioè si venderà ai minimi e si riacquisterà ai massimi. Anche questa è storia, purtroppo.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                Cattura1
  3. Nel grafico è evidenziato CHI investe e QUANDO: Mentre i veri investitori e gli investitori istituzionali investono quando è giusto ed opportuno, il PUBBLICO acquista a prezzi alti ( euforia) e vende a prezzi bassi (panico)! Purtroppo non si impara dal passato e il risparmiatore medio tendo a rifare gli stessi errori ed io, che mi ‘diverto’ tutti i mesi a controllare le entrate e le uscite dai fondi azionari in Italia ne ho la riprova costantemente: grandi acquisti in periodi ‘toro’ , disinvestimenti in massa nei periodi ‘orso’. ( senza contare poi che sono proprio queste manovre ad abbassare i prezzi ) . Dunque guardare al medio-lungo periodo e non agli scossoni del breve: la crisi 2007/2008 ed anche quella attuale  saranno viste come brevi e normali periodi negativi, tra 15/20 annì.

 

 

Basta poco per investire intelligentemente:

  • Non seguire la massa
  • Avere in mente una Strategia e non una tattica
  • Avere PAZIENZA!!!

 

Attendo i vs preziosi commenti!

 

 

Raffaella