MagnaCarta15 giugno1215 – In Inghilterra, veniva redatto quello che è stato dagli storici considerato il primo documento sui diritti dei Cittadini  La ricorrenza è passata pressochè inosservata……troppi gli anni passati e troppi grandi i problemi che abbiamo oggi!

La Magna Charta Libertatum , scritta naturalmente in Latino, lingua franca di quei tempi in tutta Europa, dichiarava per la prima volta nelle storia che anche i Cittadini hanno dei diritti inviolabili. Certamente in questa sede, il termini ‘cittadino’ non corrisponde al significato odierno – siamo in pieno Medioevo – purtuttavia la Charta rappresentò la prima pietra miliare per i moderni concetti di libertà, democrazia e rappresentanza che nacquero proprio in Inghilterra, secoli dopo.

Giovanni Senzaterra ( John Lackland), Re d’Inghilterra  dovete concedere alcuni diritti ai suoi feudatari, quali processi regolari, libertà per la Chiesa, ingressi gratuiti nel paese , divieto di imposizione di nuove tasse….ecc.

 

 

Tutto ciò accadde esattamente 800 anni fa, ma sembra l’agenda di un parlamentare o di un ministro dei nostri giorni….Ma viene anche tristemente da pensare che ancor oggi nel mondo esistono schiavitù, sfruttamento, negazione di diritti primari!

La Monarchia Inglese di oggi, nonostante varie modifiche apportate alla Charta durante tutto questo tempo, si fonda ancora sostanzialmente su di essa, a dimostrare l’importanza simbolica e reale di un documento così antico quanto ‘moderno’ nella sua sostanza.

Vi invito a leggerne alcune pagine, ne vale veramente la pena!

E comunque conoscere meglio la storia dei nostri paesi e delle popolazioni che ci hanno preceduti ci aiuta tantissimo a capire quello che succede oggi nel mondo e ci fa prendere le distanze da proclami affrettati, demagogici e populistici!

Attendo i vostri commenti …

 

Raffaella