Bankitalia dice no ai postini “promotori”

poste_100x100

‘Via Nazionale ha pubblicato un documento di consultazione pubblica in merito alle disposizioni di vigilanza su BancoPosta che introduce il divieto di svolgere l’attività di promozione e collocamento di prodotti del gestito agli addetti al recapito della corrispondenza.

I postini non potranno promuovere o collocare prodotti del risparmio gestito fuori sede. A mettere una pietra sopra i rumors circolati negli scorsi mesi, secondo cui Poste Italiane avrebbe potuto avvalersi del personale addetto al recapito della corrispondenza nella distribuzione di prodotti del risparmio gestito fuori sede, ci ha pensato Bankitalia che ha pubblicato nei giorni scorsi un documento di consultazione pubblica in merito alle disposizioni di vigilanza su BancoPosta, la divisione bancaria di Poste Italiana.

Da ‘advisor’ del 31.3.2014

E’ incredibile, ma in Italia succede anche questo…

Bene ha fatto Bankitalia a voler sottolineare che i dipendenti di Poste Italiane addetti alla vendita fuori sede debbano essere specializzati, adeguatamente formati e che ‘non recapitino la corrispondenza…’

( ma c’era bisogno di sottolinearlo?)

Inoltre mi chiedo: perchè questa specializzazione, questa adeguata formazione, non è richiesta anche al personale dipendente  che vende prodotti postali all’ interno degli uffici?

Negli ultimi anni , presso gli uffici postali si può comperare di tutto, dai classici  Buoni Postali ai Fondi, alle Unit Linked, ai Certificati, alle Obbligazioni strutturate, ecc. Proporre un Certificato o un fondo presuppone , da parte dell’operatore finanziario, una solida conoscenza dei mercati finanziari nonchè un continuo aggiornamento, e poco importa se il cliente firma a casa sua o in un ufficio.

La cosa fondamentale è che il cliente sia adeguatamente informato e tutelato: ciò risulta però  quasi impossibile qualora chi propone l’investimento sia poco o per nulla preparato (e questo, credetemi, succede molto più spesso di quanto si pensi…).

Ma siccome la fetta del risparmio delle famiglie italiane è enorme e fa gola a tutti, allora tutto è permesso, sembra.

Speriamo di no!

Attendo vostri commenti, richieste , critiche ecc.

Raffaella Paci