A cosa è dovuto questo ‘fantasioso’ ottimismo?

E’ come svegliarsi da un sonno profondo durato decenni. Noi Italiani siamo stati abituati a non occuparci troppo dei nostri risparmi, a ripetere quello che avevano fatto i nostri genitori, forti della consapevolezza (?) che i nostri soldi presso le banche sotto casa fossero sempre lì, al sicuro e protetti.

”La mia banca non può fallire” ,

”Ci lavora un mio amico, me lo direbbe!”,

” I miei depositi in banca sono garantiti dallo Stato in caso di fallimento”

Queste sono le tipiche frasi che mi sento dire anche in questi giorni in risposta ad articoli televisivi o della stampa che riferiscono che molte banche italiane sono in odore di default, cioè potrebbero non pagare più i loro creditori – i clienti, dunque! ( più per sciagurate politiche dei loro vertici che per la crisi economica, aggiungo io!)

Mentre non ci scaldiamo davanti a ripetitive notizie tv sbandierate in tutti i modi, e facciamo finta di non vedere, di nuovo, come gli struzzi,

la Comunità Europea ha imposto a tutte le banche  una nuova modalità per gestire le perdite in caso di default, cioè il Bail-In.

http://www.rivistaeuropae.eu/economia/completata-lunione-bancaria-mai-piu-salvataggi-delle-banche/

Dal 1° Gennaio 2016, infatti, molto cambierà per i risparmiatori italiani in fatto di ‘garanzia dei depositi bancari e delle obbligazioni’ di quelle banche con gravissimi ammanchi di bilancio. Inutile la difesa ad oltranza di rendite di posizione   e non di merito – cosa assai frequente in Italia – .

In Austria, hanno già eliminato ogni tutela dello Stato sui clienti di banche in default.

Durante la crisi, specialmente nel 2008, le casse pubbliche si sono svuotate anche per i miliardari esborsi di bail-out a favore delle banche, cioè del loro salvataggio con denaro proveniente dall’esterno, in questi casi dalle già stremate casse statali.

Dal gennaio prossimo, gli interventi esterni arriveranno SOLO dopo che i debiti saranno stati pagati dagli azionisti,dagli obbligazionisti e dai correntisti ( con precise regole che potete visionare sull’articolo allegato), perchè le colpe di una cattiva gestione non possono essere risanate dalla collettività.

Dunque, oggi, la scelta su chi affidare il proprio denaro diventa essenziale e indispensabile per evitare spiacevoli ‘sorprese’ che ora non sono più tali. Il comportamento da struzzo ( nascondere la testa nella sabbia, chissà poi perchè!) deve essere lasciato appunto a questi begli uccelli che non volano ma corrono come saette!

Come evitare tutte queste preoccupazioni e sofferenze, francamente inutili?

Scegliendo Banche solide, affidabili e moderne!

Il mondo sta cambiando. svegliamoci!